Loveisanowl

A Milano la mostra di JonOne: tra caos ed equilibrio in un’esplosione di colori

A due passi da Sant’Ambrogio, a Milano, ha aperto la nuova sede della galleria di arte contemporanea Wunderkammern. Fino ad oggi avevamo avuto modo di conoscere soltanto la sede romana, nel quartiere di Torpignattara, che negli ultimi anni ha conquistato Roma portando artisti di fama internazionale in città, come è stato nel caso di Pure Evil.

Siamo capitati a Milano all’inaugurazione della seconda mostra personale della stagione, Predictably irrational di JonOne, uno degli artisti di arte contemporanea più riconosciuti in Francia e una figura chiave nel mondo dei graffiti. 

jonone_003

Le opere di JonOne conquistano per i loro colori in uno stile che è stato definito a metà tra i graffiti e l’Espressionismo astratto. Guardando con attenzione, si scopre come in ogni opera sia celato il suo pseudonimo, un Tag, ripetuto, reiterato, sovrapposto con diversi colori, fino quasi a perdersi. Una ripetizione che, come scrive nel testo critico per la mostra Marta Silvi:

“assume una valenza mantrica, iptnotica, chiave di lettura di un universo simbolico e sociologico”

Un ripetizione e moltiplicazione compulsiva che “deriva dall’esperienza scolastica”: sarà capitato a tutti, almeno una volta, che la maestra abbia imposto di scrivere un centinaio di volte la stessa frase sul quaderno come punizione per un comportamento sbagliato o per non aver studiato bene la lezione. Bene, per JonOne questo potrebbe aver rappresentare l’inizio della sua arte. Della serie: non tutto il male vien per nuocere.

jonone_011

La mostra Predictably irrational sorprende proprio per il messaggio che vuole – e riesce – a comunicare: la riflessione sull’opposizione tra caos e controllo, tra ciò che prevediamo e l’inaspettato, tra pianificazione e improvvisazione. La dinamica che sottende queste situazioni fa parte della vita di tutti i giorni: cerchiamo di controllare e prevedere gli avvenimenti, ma molto spesso questi sfuggono al nostro controllo, e viceversa in ciò che è imprevedibile possiamo talvolta poi trovare un perché, un senso o un ordine. Così, da una parte, le opere di JonOne sembrano un inno all’istinto, alla libertà di tracciare scritte e sovrapporre colori, dall’altra la composizione estetica risulta studiata, precisa, voluta.

Quello che sicuramente rimane, facendo un giro tra le opere esposte sulle bianche pareti della galleria, è questa esplosione di colori negli occhi, la perfetta armonia di alcuni accostamenti e il -sicuramente voluto- contrasto di altri. Così, non serve essere esperti o amanti dell’arte contemporanea per apprezzare le opere di JonOne: quello che si ha voglia di fare, così su due piedi, è prendere spunto e colorare da cima a fondo tutta la propria stanza. O almeno, questa è stata la mia grandissima tentazione!

jonone_002

Se siete a Milano, vi consigliamo un giro in questa bella galleria. L’entrata è gratuita, aperta dal martedì al sabato dalle 11 alle 19, esposizione dal 16 marzo al 21 maggio 2016.
La galleria Wunderkammern la trovate a Milano in via Ausonio 1A.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *