Loveisanowl

Maremma in sella alla bici: itinerario cicloturistico tra mare e collina

Io e Mat siamo grandi appassionati di bicicletta, non ci rinunciamo neanche in città, dove al traffico in macchina preferiamo una pedalata sulle due ruote.

Soprattutto in estate, può essere davvero piacevole fare un giro in bicicletta. Un paio di anni fa abbiamo quindi deciso di imbarcarci in una piccola avventura cicloturistica. Avevamo pochi giorni di ferie, pochi soldi, poco tempo per prenotare ed organizzare, ma allo stesso tempo tanta voglia di mare, natura e bicicletta.

Abbiamo quindi studiato un itinerario che coniugasse queste nostre esigenze e alla fine sono venuti fuori 5 giorni a spasso per la Toscana con la bicicletta! La nostra benzina…sono state le grandi abbuffate di pasta e di pesce che ci siamo fatti!

foto

La nostra prima tappa è stata Grosseto, dove siamo arrivati da Roma in treno, con la formula treno+bici: il viaggio con Trenitalia dura un paio di ore e costa 13 euro, cui vanno aggiunti 3.50 euro per il trasporto della bicicletta (il biglietto può essere fatto alle macchinette in stazione e deve essere vidimato insieme al biglietto del treno).

DSC08986

Scesi dal treno, siamo montati in sella e abbiamo pedalato per 10 km fino a Marina di Grosseto: c’è una bella pista ciclabile alberata parallela alla strada provinciale delle Collacchie.

Arrivati a Marina di Grosseto, un’altra pista ciclabile asfaltata all’interno della pineta del Tombolo ci ha portato fino a Principina a Mare, piccola località balneare, dove avevamo prenotato una piazzola presso il campeggio Principina. Ebbene sì: le nostre biciclette erano attrezzate in modo da trasportare la nostra tenda, i nostri vestiti, i sacchi a pelo e perfino un ombrellone. Le cose facili a noi non piacciono…

DSC08808

Non avendo una cargo bike, ci siamo adattati e abbiamo riempito le sacche da 30 litri della bTwin (Decathlon) e con un abile utilizzo di tiranti e fascette siamo riusciti a portarci tutto il necessario! Ovviamente, borraccia da 80 ml a portata di mano!

DSC08792

Da Principina a Mare muoversi con la bicicletta è stato facile e divertente e ci ha permesso di godere delle bellezze offerte dalla provincia grossetana. Il lungomare di Marina di Grosseto è l’ideale per una passeggiata pomeridiana o serale, mentre il mare di Principina è davvero una meraviglia.

DSC08927

Una giornata l’abbiamo dedicata a Castiglione della Pescaia: con la bicicletta abbiamo percorso la pista ciclabile di circa 7 km che parte proprio da Marina di Grosseto. In questo caso il consiglio è quello di percorrerla con la luce del sole, dato che non vi è un’illuminazione adeguata e non si tratta di una pista asfaltata. Castiglione merita sicuramente una passeggiata fino al punto panoramico e dopo una bella pedalata ci siamo concessi una sostanziosa merenda fresca e un tuffo in acqua!

DSC08949

Da Castiglione della Pescaia ci siamo quindi mossi verso l’eremo di Malavalle salendo per le colline. Teoricamente, il percorso è consigliato anche per le biciclette, ma sinceramente ve lo sconsigliamo: il rischio di bucare è davvero alto! Tuttavia, lasciando la bici legata nell’area pic-nic, si può proseguire a piedi per una serie di sentieri più o meno lunghi che portano prima a costeggiare un antico acquedotto romano e poi fino all’eremo di Malavalle, un complesso monastico fondato dai seguaci di San Guglielmo di Malavalle nel XIV secolo e abitato fino alla seconda metà del XVII secolo. Ora purtroppo è in rovina, ma la suggestione è tanta e vale davvero la pena.

Al nostro ritorno a Roma il contachilometri contava 200 km percorsi, le nostre papille gustative erano sazie di sapori maremmani, la nostra mente libera da mail e telefonate. Insomma, il grossetano vale davvero la pena di essere visitato: una zona ricca di storia e bellezze naturali, premiata anche dalla Guida Blu di Legambiente.

cartolina maremma

E voi? Mai fatta esperienza di cicloturismo? Vi piacerebbe farne una?

Avete posti da consigliarci anche nei dintorni delle vostre città dove potersi muovere bene in bicicletta? Dateci i vostri consigli e raccontateci le vostre esperienze nei commenti o con un post!

8 pensieri su “Maremma in sella alla bici: itinerario cicloturistico tra mare e collina

  1. iltuopostonelmondo

    Un itinerario cicloturistico da applausi!!!
    Ricordo di averne fatto uno solo quando ero più piccola con i miei genitori, ma dopo i primi chilometri ci siamo arresi! ahahaha (che pecette! XD)
    Il campeggio invece mi ha accompagnato da sempre: adoro dormire nelle pinete, nel verde e nel silenzio.

    1. Giorgia Autore dell'articolo

      Grazie 😀 in futuro ci piacerebbe provare a girare un po’ di Olanda in bici, deve essere davvero bello 🙂 per il campeggio bisogna essere ben attrezzati…ma questa è sempre un’ottima scusa per fare acquisti da decathlon 🎉

    1. Giorgia Autore dell'articolo

      Sì zone stupende 🙂 dai che secondo me con un po’ di allenamento si può fare! Magari invece di caricare una tenda sulla bici si può pensare ad un bungalow meno impegnativo 🙂 un bacio!

  2. Alessia

    Che bel giro ragazzi, complimenti! Noi non ci abbiamo mai pensato, probabilmente perché avremmo bisogno di una bombola di ossigeno dopo pochi metri, vista la nostra (non) preparazione fisica 😂 Ciao!

    1. Giorgia Autore dell'articolo

      Grazie Alessia! Dai che con un po di allenamento ci si riesce 🙂 magari invece del campeggio si può fare in hotel, evitando di portare troppa roba sulla bici! Un bacione 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *