Loveisanowl

Cosa mangiare in Cornovaglia: 3 piatti da provare

La Cornovaglia è una terra talmente bella da togliere il fiato. Ma quello che sicuramente non ci ha tolto è stata la fame. Più camminavamo, più affrontavamo il freddo e il vento in cima alle scogliere, più ci veniva voglia di sederci in un bel pub o in uno chalet vista mare per mangiare qualcosa. E di cose buone durante il nostro viaggio on the road in Inghilterra del Sud ne abbiamo assaggiate, dobbiamo ammetterlo! Così, vi faccio venire un po’ di acquolina consigliandovi i 3 piatti che dovete assolutamente mangiare in Cornovaglia.

1. MANGIARE IN CORNOVAGLIA: CORNISH PASTY

Il nome tradisce la provenienza: più “cornish” del pasty non c’è proprio nulla, tanto che dal 2003 la denominazione cornish pasty è stata riconosciuta indicazione geografica protetta. Lo trovate nelle bakery della Cornovaglia e si tratta di un pasticcio di pasta frolla, semisfoglia o sfoglia che può essere dolce oppure salato. Noi li abbiamo provati sia di pasta frolla con la marmellata che nella versione più “tradizionale”: di pasta sfoglia, ripieni di spezzatino. Una bontà che non sto neanche a spiegarvi. I migliori li abbiamo assaggiati a St. Ives.

Cosa mangiare in Cornovaglia cornish pasty

In origine, questo piatto era in realtà costituito da sfoglia ripiena soltanto di verdure cotte miste ed era il pasto tipico dei minatori, che lo portavano con sé sottoterra. Poiché poi era uso posarlo su un masso insieme a quello dei compagni, sulla sfoglia dei pasticci venivano incisi le iniziali del proprietario, così da non confondere i pranzi. Tradizione vuole che l’ultimo pezzetto di pasty venisse lasciato dai minatori agli spiriti della miniera, chiamati knocker, per propiziarsi la loro protezione.

2. MANGIARE IN CORNOVAGLIA: CREAM TEA

Tra le cose più gustose da mangiare in Cornovaglia c’è il Cream Tea: un piatto di scones, clotted cream e marmellata servito con una tazza di tè. In altri paesi anglofoni è conosciuto anche come Devonshire Tea, essendo considerato una specialità locale del Devon. Quando ordinerete il Cream Tea vi arriveranno un paio di scones, cioè delle focaccine dolci e calde, che dovrete aprire a metà: a questo punto, spalmate prima la clotted cream (la panna rappresa) e poi, sopra, la marmellata, che generalmente è di fragole. O viceversa.

Cosa mangiare in Cornovaglia cream tea

La “paternità” di questa delizia è da lungo tempo contesa tra Devon e Cornovaglia. La disputa si estende anche al modo di consumare il cream tea: si mette prima la clotted cream o la marmellata? Un po’ come: è nato prima l’uovo o la gallina? Io non mi sono posta minimamente il problema: ho fatto quello che mi suggeriva lo stomaco il cuore, ma vi assicuro che sulla bontà non si discute!

Cosa mangiare in Cornovaglia cream tea scone

3. MANGIARE IN CORNOVAGLIA: FISH PIE

Da mangiare in Cornovaglia, considerando le sue lunghe e belle coste, sono le specialità culinaria a base di pesce: gamberoni, aragoste, cozze, ostriche, granchi. Ma da non perdere è il fish pie, un tortino di pasta sfoglia ripieno di pesce, uova, patate e formaggio. Lo abbiamo provato a Mousehole, una cittadina portuale che in passato era il principale centro dell’industria di sardine della Cornovaglia.

img_4755_001

A proposito di fish pie e Mousehole, il piatto tradizionale di questa cittadina è lo Stargazey Pie, cioè la “torta che guarda le stelle“. Si tratta di un tortino di sardine dalla cui superficie spuntano le teste dei pesciolini. Con questo piatto si celebra generalmente la giornata del 23 dicembre, ovvero la Tom Bawcock’s Eve. Secondo la leggenda, Tom Bawcock era un personaggio del luogo che, affrontando le intemperie e catturando ben sette pesci, avrebbe salvato la popolazione del villaggio dalla fame dovuta alla mancanza di pesci durante il freddo inverno. Purtroppo non abbiamo avuto modo di provare la tipica Stargazey Pie, poiché, ci hanno spiegato i locali, viene fatta proprio durante il periodo delle festività natalizie.

11 pensieri su “Cosa mangiare in Cornovaglia: 3 piatti da provare

  1. Silvia Demick

    Io da quando ho assaggiato la clotted cream me la sogno di notte! Ho provato a farla qui, prima usando il mascarpone, poi la panna, ma con scarsi risultati.
    Anche gli altri piatti non scherzano, comunque!

    1. Giorgia Autore dell'articolo

      Cavolo mi piacerebbe rifarla anche a me la clotted cream ma già ho poche capacità ai fornelli…sono tentata di provare a replicare il pasty…!! Se trovi le ricette giuste per la crema segnalamela mi raccomando! Un bacione 😘

  2. roberta

    woooooooow leggendo il post ho pensato ok il cornish pasty deve essere il migliore perchè sembra troppo buono, ma pare non ci sia limite alla bontà in quei piatti….cioè la fish pie quanto era buona??!!

  3. La Folle

    Inutile dire che questi sono sempre i miei post preferiti, e che ho improvvisamente bisogno di visitare la Cornovaglia.
    I pasty con la carne mi stanno facendo venire una fame assurda! Quanto al cream tea, in generale il tè non fa parte delle mie abitudini e infatti non ho provato la pausa tè nemmeno a Londra, ma rimane una delle cose che mi incuriosiscono di più della cultura gastronomica inglese.
    A proposito, qualche giorno fa ho visto spopolare un post simile all’ardua scelta crema/marmellata, però riguardava il latte nel te’: latte prima o dopo aver versato il tè? Eh, son problemi XD

    1. Giorgia Autore dell'articolo

      Io dico direttamente NO al latte nel te ahahah così mi tolgo il problema 😀 per quanto riguarda il cream tea …puoi sempre ordinarlo e poi mangiare gli scones senza bere il tè 😏😏 un bacione!

  4. Blueberry Stories

    La Cornovaglia è una delle mie mete preferite… e vedere questi piatti, soprattutto la clotted cream… aiuto, voglio partire subito. Complimenti per il blog, mi incuriosiva il nome e sto leggendo con vero piacere gli articoli 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *