Cartoline dal mondo,  USA

Dove mangiare a New York: 10 posti che ho provato

Dove mangiare a New York? La domanda ce la siamo posta più volte durante l’organizzazione del viaggio a New York e durante il soggiorno stesso. Quello che è certo è a New York da mangiare troverete davvero di tutto, e per tutte le tasche!

Durante la nostra settimana a New York abbiamo avuto modo di mangiare ovviamente hamburger e hot dog (un grande classico), ma anche di farci scorpacciate di colazioni dolci e salate di tutto rispetto! Almeno per me, durante la giornata non possono davvero mancare la colazione e la cena: per il pranzo, se si prevede una colazione sostanziosa, ci si può accontentare anche di uno stuzzichino, di un dolcetto in un bar di passaggio o di un ottimo iced coffee.

Vi racconto dove, cosa abbiamo mangiato e quanto abbiamo speso (bevande e mancia incluse) durante il nostro viaggio a New York!

Dove mangiare a New York: la colazione al diner

Cercate dei posti in cui mangiare a New York una colazione salata o dolce ma molto sostanziosa così da star bene almeno fino al pomeriggio? Nella Grande Mela non mancano i diner dove ordinare menù a base di pan cakes, pane, uova. 

Ecco i tre che abbiamo provato, con indirizzi e prezzi medi. 

La colazione a Smith’s Bar & Restaurant (MidTown – 701, 8th Ave)
Se mentre siete in giro per l’Ottava avete voglia di qualcosa da mangiare a New York, potete fermarvi presso Smith’s Bar & Restaurant, dove troverete menù per la colazione (tutte servite con succo di frutta e caffè o tea) ma anche hamburger, insalate, zuppe. Il locale esiste dal 1954 e dopo una chiusura nel 2015 ha riacceso la storica insegna grazie a Skip Panettiere, pompiere in pensione nonché padre della star televisiva Hayden Panettiere. Atmosfera accogliente e molto retrò!
Cosa abbiamo mangiato: menù colazione (uova, toast, bacon oppure salmone)
Quanto abbiamo speso: 11 dollari a persona

Il diner “filmato e cantato” Tom’s Restaurant (Harlem – 2880 Broadway, all’altezza di 112th ST)
Lo riconoscerete per la sua insegna con luci al neon rosse: l’esterno di questo diner greco-americano di Harlem è famoso per la serie comica TV Seinfeld (dove era chiamato Monk’s Café) e in più è citato nella canzone di Suzanne Vega “Tom’s diner”. Il Tom’s Restaurant è aperto 24 ore su 24 e servono breakfast tutto il giorno.
Cosa abbiamo mangiato: caffè e pan cakes dolci
Quanto abbiamo speso: 12 dollari a persona

mangiare a new york tom's restaurant

Dolce o salato: i pan cakes da Moonstruck Diner (244 Madison Ave)
Leggermente più costosi degli altri provati, ma onestamente i pan cakes di Moonstruck Diner erano davvero più buoni! Porzioni abbondanti, ampia scelta in menù e locale carino, proprio come i classici diner che siamo abituati a vedere nei film americani.
Cosa abbiamo mangiato: caffè e pan cakes dolci oppure salati (accompagnati da bacon e uova)
Quanto abbiamo speso: 15 dollari a persona

Mangiare a New York: pizza, hamburger e hot dog

Leggero languorino pomeridiano oppure una cena in perfetto stile americano? Ecco allora dove mangiare a New York hot dog, hamburger e…pizza!

Hamburger e patatine da Shake Shack (Madison Square Park, all’angolo tra 23rd e Madison Ave)
Se cercate un hamburger per il pranzo o per la cena buono e non eccessivamente costoso, potete fare affidamento su Shake Shack, la catena fondata nel 2004 dallo chef Danny Meyer che propone un menù ricco di hamburger classici, gourmet, vegetariani. Il chiosco a Madison Square Garden, ai piedi del Flatiron Building, non solo è caratteristico e suggestivo, ma è anche il primo della la catena che si è poi diffusa in tutta NYC. 
Cosa abbiamo mangiato: Cheeseburger e SmokeShack, patatine fritte
Quanto abbiamo speso: 12 dollari a persona

Il “roll” con aragosta di Luke’s Lobster (FiDi – 26 S.William Street)
Se volete provare un panino diverso dal solito e dal sapore di mare, entrate da Luke’s Lobster: qui troverete del buon pane farcito con aragosta, granchio o gamberetti, per un pranzo fresco da gustare al tavolo o a portar via. Noi siamo capitati nel locale che si trova proprio nel cuore del Financial District, ma abbiamo adocchiato un’altra location davvero carina a Brooklyn, lungo le sponde del fiume.
Cosa abbiamo mangiato: Lobster roll con granchio/gamberetti/aragosta
Quanto abbiamo speso: 13 dollari a persona

mangiare a new york luke's lobster

Un trancio da Joe’s Pizza (7 Carmine St, tra Sixth Avenue e Bleecker St)
Pensate che non sia il caso di mangiare a New York la pizza poiché siete abituati a quella nostrana? Niente pregiudizi, un trancio di Joe’s Pizza dovete davvero assaggiarlo! La pizza americana è diversa da quella italiana, ma non per questo meno gustosa! Da Joe’s Pizza, conosciuto anche dalle celebrità, troverete tranci di pizza (margherita, rossa, quattro formaggi) e potrete mangiarli a portar via oppure appoggiandovi ad uno dei tavolini del piccolo locale.
Cosa abbiamo mangiato: tranci di pizza margherita e quattro formaggi
Quanto abbiamo speso: 2,5 dollari a trancio

L’hot dog “originale” di Nathan’s Famous (Surf Ave, angolo con Stilwell Ave, Coney Island)
Si dice che l’hot dog sia stato inventato a Coney Island nel 1867: per provare “l’originale” dovete allora tornare sul luogo del delitto e mettere in programma una sosta da Nathan’s Famous, in attività dal 1916. Se non avete modo di arrivare a Coney Island, potrete assaggiare gli hot dog presso i carretti di Nathan’s in giro per la città.
Cosa abbiamo mangiato: hot dog, patatine, birra
Quanto abbiamo speso: 9 dollari a testa

mangiare a new york nathan's

McGee’s Pub, il pub di How I Met Your Mother (240 West 55 Street)
Il McGee’s è un pub irlandese noto per aver ispirato il famoso MacLaren pub di How I Met Your Mother. Ed effettivamente, noi ci siamo andati proprio per questo motivo. In realtà, il pub di per sé non ha niente a che vedere con quello di HIM (certo, il bancone può ricordarlo, ma in fondo come quello di ogni pub irlandese!) e i riferimenti che vi abbiamo trovato erano piuttosto grotteschi (qualche foto all’entrata con gli attori della serie all’interno del pub e due cartonati di Barney e Robin). Ad ogni modo, pare che in questo pub Carter Bays e Craig Thomas, gli autori della fortunata (e da me amatissima) serie, si ritrovassero dopo il lavoro proprio per ideare le avventure dei 5 amici, che per questo motivo sono per gran parte del tempo ambientate in un pub. Per quanto riguarda la cena: lo abbiamo trovato costoso (una birra 10 dollari, ed era anche piuttosto annacquata), i panini non erano nulla di eccezionale, la cheesecake a mio parere non digeribile! Per cui, lo metto in lista per dirvi che esiste, ma onestamente non ve lo consiglio per una cena completa, ci sono pub migliori.
Insomma, niente di legendary.

Cosa abbiamo mangiato: 3 hamburger, 1 insalata, 3 birre, 1 dolce
Quanto abbiamo speso: 28 dollari a testa

La merenda con cupcake da Little Cupcake Bakeshop (30 Prince Street)
Tra le cose da mangiare a New York non può davvero mancare il cupcake. Passeggiando tra Soho, Nolita e Little Italy, dedicatevi un po’ di dolcezza da Little Cupcake Bakeshop, un caffè piccolo, rosa e pieno di cupcakes: scegliete quello che vi ispira di più e gustatelo o al tavolo oppure a portar via. Sono presenti anche altri due store a Brooklyn.
Cosa abbiamo mangiato: cupcakes
Quanto abbiamo speso: 4 dollari a testa

mangiare a new york cupcake

Mangiare i gamberetti di Forrest Gump a Times Square

Avete voglia di assaggiare i gamberi? Non perdete allora l’opportunità di mangiare a New York presso il Bubba Gump Shrimp & Co. (1051, Broadway), la catena di ristoranti specializzati in pesce e frutti di mare, nata ispirandosi ai personaggi del film del 1994 “Forrest Gump”. Il film, diretto da Robert Zemeckis, narra la vita di Forrest Gump, interpretato da Tom Hanks: nato con un quoziente intellettivo inferiore alla norma ma stimolato dall’amore della madre, Forrest riesce a superare ogni ostacolo della vita e a raggiungere risultati inaspettati ed importanti, tra cui fondare – da un’idea del suo defunto commilitone Benjamin Buford “Bubba” Blue – la Bubba Gump Shrimp Company, azienda specializzata nella pesca, nella conservazione e nella distribuzione di gamberi. Fuori dallo schermo, l’azienda è diventata una catena di ristoranti la cui proprietà è legata alla “Paramount Pictures”, distributrice della pellicola Forrest Gump.

mangiare a new york bubba gump

Il primo ristorante Bubba Gump ha aperto nel 1996 a Monterey, in California. Quello dove siamo stati noi si trova invece a Times Square, ed è davvero un gioiellino, con tanti riferimenti a Forrest Gump, sia sul menù che sulle pareti del locale: l’ingresso si trova su strada, mentre il ristorante è al primo piano, con vetrate che offrono una particolare vista sulla piazza più luminosa di New York City. Non si può prenotare: quando arriverete vi metteranno in attesa (potreste dover aspettare anche 30 minuti).

“Il gambero è un frutto di mare, te lo puoi fare sia arrosto, bollito, grigliato, al forno, saltato, c’è lo spiedino di gamberi, gamberi con cipolla; zuppa di gamberi, gamberi fritti in padella, con la pastella, a bagnomaria, gamberi con le patate, gamberi al limone, gamberi strapazzati, gamberi al pepe; minestra di gamberi, stufato di gamberi, gamberi all’insalata, gamberi e patatine, polpette di gamberi, tramezzini coi gamberi”

Cosa abbiamo mangiato: gamberi, di ogni tipo!
Quanto abbiamo speso: 27 dollari a testa (NB: la birra potrebbe costarvi anche 15 dollari, ma include anche il bicchiere che potrete portare a casa con voi come souvenir).

 

Il conto e le mance a New York

Mangiare a New York…considerando tasse e mance.
Tenete presente, mentre sfogliate i menù dei ristoranti newyorkesi, che i prezzi esposti non sono mai completi della tassa sulla vendita: dovrete quindi aggiungere sempre l’8,875% di tassa. E non è finita qui: c’è anche la mancia, che troverete segnata spesso direttamente nel conto, a volte con la dicitura “gratuity”. A volte la troverete fissa (ad esempio il 18% del conto totale), altre volte potrete lasciare quanto volete (sullo scontrino troverete delle indicazioni per lasciare il 10%, il 15% oppure il 18%). Quando non viene esplicitamente segnalata nel conto, è comunque gradita la mancia per il cameriere che di fatto va ad integrare il suo stipendio – spesso basso. Insomma: fatevi i conti in tasca prima di ordinare se avete i dollari contati!

6 commenti

  • Silvia The Food Traveler

    Mi segno i tuoi suggerimenti perché spero di poter tornare presto a New York.
    La pizza di Joe’s Pizza l’ho provata ed è assolutamente da non perdere perché la pizza di NYC è davvero speciale – diversa dalla nostra ma ottima.
    Mi segno Luke’s Lobster perché adoro i lobster rolls 😍

  • Anna

    Praticamente questo post riassume tutto ciò che uno sogna di mangiare da quando esistono i film e le serie tv americane. Tanta invidia per te che hai provato tutto questo *-*

  • Alessia

    A New York di certo non manca la scelta e personalmente ho un ricordo ottimo della pizza che si trova lì… Per non parlare delle cheesecake, quelle di NY sono diverse dal resto d’America, non so spiegarmi il perché, forse la ricetta varia un pochino, chissà…
    E adesso come sopravvivo alla mia voglia di lobster roll?! 😉

    • Giorgia Fanari

      Ciao Alessia! Purtroppo con la cheesecake che ho provato al pub non sono stata fortunata 🙁 e vabbè, dovrò tornare in America per testarla di nuovo ahahh 😀 per il lobster roll…eh, ti capisco!! Però può essere uno spunto per un pranzo da replicare in casa 😀 A presto e grazie per essere passata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *